covid19generale

Erogazioni liberali e donazioni con una detrazione di imposta al 30%

La crisi di questi giorni ha mostrato una grande generosità e un grande senso di solidarietà da parte del popolo italiano. Si stanno infatti susseguendo le donazioni nei confronti di enti finalizzati a finanziare gli interventi in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Oggi dunque vedremo insieme le detrazioni connesse alle erogazioni liberali effettuate in questi giorni durante questa emergenza economico-sanitaria.

 

Le detrazioni fiscali per le erogazioni liberali

Il Decreto Cura Italia ha deciso di premiare la generosità dei contribuenti riconoscendo per le erogazioni liberali in denaro o in natura. Il decreto si riferisce alle donazioni effettuate nell’anno 2020 da persone fisiche e dagli enti non commerciali. La normativa in particolare riconosce una detrazione dall’imposta lorda pari al 30%, per un importo non superiore a 30.000 euro.

 

Come devo effettuare le donazioni per usufruire di questa detrazione?

Le donazioni, ricordiamo, devono essere effettuate con mezzi di pagamenti tracciabili per poter usufruire della detrazione in fase di dichiarazione dei redditi (come previsto dalla legge di bilancio 2020 e dal codice del terzo settore). Ci siamo già occupati delle detrazioni fiscali per l'anno 2020 (con un focus speciale sulle spese mediche) in un nostro precedente articolo.

 

In caso di donazione effettuata mediante busta paga?

In caso di lavoratore dipendente, la donazione può avvenire attraverso la busta paga (mediante trattenuta) delle somme che il dipendente vuole destinare sotto forma di erogazioni liberali. Unica condizione è che venga rispettata una procedura , stabilita dall’Agenzia delle Entrate con la risoluzione 441/E/2008.

 

La deduzione senza soglia riservata alle imprese

L’altra agevolazione prevista dall’articolo 66 interessa i soggetti titolari di reddito di impresa ai quali viene riconosciuta la deducibilità integrale, senza soglie, delle erogazioni liberali effettuati verso enti quali Stato, regioni, enti locali territoriali, enti o istituzioni pubbliche (protezione civile), fondazioni e associazioni legalmente riconosciute senza scopo di lucro impegnate nella lotta contro il COVID-19. 

Aggiornamento del 11/4/2020: L'erogazioni liberali e donazioni con una detrazione al 30%

Aggiornamento del 11/4/2020: la crisi di questi giorni ha mostrato una grande generosità e un grande senso di solidarietà da parte del popolo italiano. Si stanno infatti susseguendo le donazioni nei confronti di enti finalizzati a finanziare gli interventi in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Il Decreto Cura Italia ha deciso di premiare la generosità dei contribuenti riconoscendo per le erogazioni liberali in denaro o in natura, effettuate nell’anno 2020 da persone fisiche e dagli enti non commerciali, una detrazione dall’imposta lorda pari al 30%, per un importo non superiore a 30.000 euro. Donazioni che ricordiamo devono essere effettuate con mezzi di pagamenti tracciabili per poter usufruire della detrazione in fase di dichiarazione dei redditi (come previsto dalla legge di bilancio 2020 e dal codice del terzo settore). In caso di lavoratore dipendente, la donazione può avvenire mediante trattenuta in busta paga delle somme che il dipendente sceglie di destinare alle predette finalità, a condizione però che venga rispettata una procedura rigorosa, definita dall’agenzia delle Entrate con risoluzione 441/E/2008: https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/305918/Risoluzione+n+441+2008_ris+441e+del+17+11+2008.pdf/b59c48fe-6c6a-c1fe-f892-cc6b5eb2a1b8 . L’altra agevolazione prevista dall’articolo 66 interessa i soggetti titolari di reddito di impresa ai quali viene riconosciuta la deducibilità integrale, senza soglia, delle erogazioni liberali effettuati verso enti quali Stato, regioni, enti locali territoriali, enti o istituzioni pubbliche (protezione civile), fondazioni e associazioni legalmente riconosciute senza scopo di lucro impegnate nella lotta contro il COVID-19. Il nostro invito è quello di tenere traccia dei pagamenti effettuati così da poter avere una detrazione o deduzione fiscale come premio per la vostra generosità.

Pubblicato da Studio Simonetti Commercialisti su Sabato 11 aprile 2020

Conclusioni

Il nostro invito è quello di tenere traccia dei pagamenti effettuati così da poter avere una detrazione o deduzione fiscale come premio per la vostra generosità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *