covid19generale

Indennità per collaboratori sportivi: come presentare la domanda

Come promesso dal Ministro per le politiche giovanili e lo sport Vincenzo Spadafora, in data 6/4/2020 è stato pubblicato il decreto attuativo in cui sono state definite le modalità di erogazione dell’indennità per il mese di marzo ai collaboratori sportivi. Da martedì 7/4/2020 è possibile accedere alla piattaforma nel sito www.sportesalute.eu e richiedere questa indennità. Per sapere come fare la domanda, non devi fare altro che leggere questo articolo. Buona lettura.

 

I requisiti per richiedere l'indennità per collaboratori sportivi

Vediamo insieme quali sono i requisiti necessari per richiedere il bonus.

 

Non essere titolare di reddito da lavoro

Con reddito da lavoro si intende tutto ciò che rientra nella definizione di reddito da lavoro autonomo, di cui all’art. 53 TUIR, i redditi da lavoro dipendente e assimilati. Da tale definizione sono esclusi quindi i redditi da terreno, fabbricato o finanziario


Ho un contratto di collaborazione coordinata e continuativa con uno dei soggetti indicati dal DM, ho diritto all’indennità?

Ove ricorrano i requisiti di legge. Resta fermo tuttavia che se sei iscritto alla Gestione Separata dell’INPS dovrai presentare domanda direttamente all’INPS ai sensi dell’art. 27 del Decreto Cura Italia. Per sapere se rientri tra i soggetti che devono presentare domanda all'INPS, puoi consultare il nostro approfondimento.

 

Sono titolare di Partita Iva, posso presentare domanda?

Se sei un libero professionista titolare di Partita Iva non devi presentare domanda a Sport e Salute. Se ricorrono gli altri requisiti di legge, rientri nella casistica prevista dall’articolo 27 del Decreto Cura Italia e quindi dovrai presentare domanda direttamente all’INPS. Per sapere come fare la domanda all'INPS, leggi il nostro tutorial e in pochi e semplici passaggi potrai presentare la tua domanda per l'indennità all'INPS. Se sei invece un libero professionista con partita iva iscritto ad un proprio albo e con una cassa privata d'appartenenza, devi invece leggere il nostro articolo: indennità di 600 euro riconosciuta ai professionisti con casse private.

 

 

Indennità per i collaboratori sportivi non cumulabile con altre erogazioni previste dal Decreto-legge Cura Italia

L'indennità non è cumulabile con le seguenti forme di integrazione reddituale:

• articolo 19 - Norme speciali in materia di trattamento ordinario di integrazione salariale e assegno ordinario;
• articolo 20 - Trattamento ordinario di integrazione salariale per le aziende che si trovano già in Cassa integrazione straordinaria;
• articolo 21 - Trattamento di assegno ordinario per i datori di lavoro che hanno trattamenti di assegni di solidarietà in corso;
• articolo 22 - Nuove disposizione per la Cassa integrazione in deroga;
• articolo 27 - Indennità professionisti e lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa;
• articolo 28 - Indennità lavoratori autonomi iscritti alle Gestioni speciali dell’Ago;
• articolo 29 - Indennità lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali;
• articolo 30 - Indennità lavoratori del settore agricolo;
• articolo 38 - Indennità lavoratori dello spettacolo;
• articolo 44 - Istituzione del Fondo per il reddito di ultima istanza a favore dei lavoratori danneggiati dal virus COVID-19.

 

La natura del rapporto di collaborazione sportiva

Il rapporto di collaborazione per cui si presenterà la domanda:
1. deve essere con Federazioni Sportive Nazionali, Enti di Promozione Sportiva, Discipline Sportive Associate nonché con Società e Associazioni Sportive Dilettantistiche; si sottolinea che le Società e Associazioni Sportive Dilettantistiche devono essere iscritte, alla data di entrata in vigore del Decreto Legge “Cura Italia”, nel Registro delle Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche tenuto dal CONI e che gli Organismi Sportivi devono essere riconosciuti, ai fini sportivi, dal CONI;
2. il rapporto di collaborazione doveva esistere già alla data del 23 febbraio 2020 ed essere in corso alla data del 17 marzo 2020 (data di entrata in vigore del Decreto Legge “Cura Italia”);

 

La domanda deve essere compilata esclusivamente attraverso la piattaforma informatica che è attiva dalle ore 14:00 di martedì 7 aprile sul sito di Sport e Salute.

 

Preparazione dei documenti ai fini della domanda di indennità

In attesa della pubblicazione della piattaforma, vi consigliamo di preparare:

  • copia fronte retro di un documento di riconoscimento valido;
  • copia del contratto di collaborazione, o della lettera di incarico;
  • in assenza dei documenti di cui alla lettera b) copia della quietanza relativa all’avvenuto pagamento del compenso nel mese di febbraio 2020
  • Codice Fiscale, recapiti di posta elettronica e telefonici, residenza e IBAN per l’accredito della somma;
  • conoscere l’ammontare complessivo dei compensi sportivi ricevuti nel periodo d’imposta 2019;
  • codice fiscale o della Partita Iva dell'ente sportivo.

 

La domanda per l'indennità per i collaboratori sportivi

La procedura prevede tre fasi:

La prenotazione

Per prenotarsi è necessario inviare un SMS con il proprio Codice Fiscale al numero che sarà disponibile da martedì 7 aprile su www.sportesalute.eu, (leggi qui l’informativa relativa alla privacy). Dopo aver inviato l’SMS, si riceverà un codice di prenotazione e l’indicazione del giorno e della fascia oraria in cui sarà possibile compilare la domanda sulla piattaforma.

L’accreditamento

Per accreditarsi è necessario disporre di un proprio indirizzo mail, del proprio Codice Fiscale e del codice di prenotazione ricevuto a seguito dell’invio dell’SMS.


La compilazione e l’invio della domanda

Subito dopo l’accreditamento, sarà possibile accedere alla piattaforma, compilare la domanda, allegare i documenti e procedere con l’invio.

Conclusioni

I fondi a disposizione dei collaboratori sportivi non sono illimitati. E' previsto infatti un fondo pari a 50 milioni di euro. Per questo motivo saranno trattati con priorità i collaboratori sportivi che nell'anno 2019 hanno percepito compensi nel 2019 per un importo complessivo inferiore ai 10.000 euro. 

Vi riassiumamo tutto quello che abbiamo detto nel corso del presente articolo tramite la seguente infografica. 

 

Vedi quali sono i passaggi per presentare la domanda di indennità per il mese di marzo 2020

Qui sotto troverete un video che analizzerà l'indennità per i collaboratori sportivi.

Aggiornamento del 6/4/2020: Indennità per sportivi

Aggiornamento del 6/4/2020: come promesso dal Ministro per le politiche giovanili e lo Sport Vincenzo Spadafora https://www.facebook.com/vincenzospadaforaufficiale/videos/1550309038464836/, oggi è stato pubblicato il decreto attuativo in cui sono state definite le modalità di erogazione dell’indennità per il mese di marzo ai collaboratori sportivi. Da martedì 7/4/2020 (ore 14:00) sarà possibile accedere alla piattaforma nel sito www.sportesalute.eu e richiedere questa indennità. Il documento mostrato nel nostro video è disponibile cliccando nel seguente link: https://drive.google.com/file/d/1AiVgUz4WLLLWMZ0Y3VJZPCu83UvFriWS/view?usp=sharing . Continuate a seguirci nella nostra pagina Facebook https://www.facebook.com/simonetticommercialista/ : appena sarà disponibile il numero per la prenotazione tramite SMS, lo pubblicheremo nella nostra bacheca Facebook. Un saluto e al prossimo aggiornamento.

Pubblicato da Studio Simonetti Commercialisti su Lunedì 6 aprile 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *