Fattura Elettronica

La lotteria degli scontrini: Come funziona?

Dopo tanto vociferare finalmente sono apparse alcune delucidazioni da parte dell’Agenzia delle Entrate in merito alla lotteria degli scontrini che prenderà il via dal 1° gennaio 2020, in concomitanza dell’obbligatorietà per i commercianti di munirsi di registratori di cassa elettronici. Una novità interessante per i privati cittadini che, già con la fine dell'anno 2019, potranno vedere le proprie fatture elettroniche collegate al proprio codice fiscale. In un precedente articolo ci siamo infatti concentrati sul servizio di consultazione delle fatture elettroniche per i consumatori finali messo a disposizione dal 21 dicembre 2019. Oggi invece ci occuperemo dei corrispettivi elettronici, vedendo in particolare come funziona la lotteria degli scontrini

 

Lotteria degli scontrini: Come funziona?

Questo fenomeno, studiato con l’obiettivo di combattere l’evasione fiscale, metterà a disposizione dei consumatori un codice univoco per persona da poter comunicare ai commercianti in fase di acquisto; lo stesso codice, tramite il registratore di cassa elettronico, verrà comunicato direttamente dal commerciante che tramite la generazione di un file xml consentirà ai soggetti che hanno fatto richiesta di partecipare all'estrazione di svariati premi messi in palio dall’Agenzia delle Entrate.

 

Come ottenere il codice per partecipare al concorso?

Come anticipato per poter partecipare alla lotteria degli scontrini ogni soggetto dovrà essere munito di un proprio codice lotteria che dovrà essere generato nell’area dedicata presente nel sito dell’agenzia delle entrate. Questo codice sarà personale e unico per ogni soggetto richiedente e solo mediante la comunicazione dello stesso in fase di generazione dello scontrino che il consumatore potrà partecipare all’estrazione dei premi messi in palio dall’agenzia.

 

Chi può partecipare al concorso?

Potranno richiedere lo scontrino lotteria solo i cittadini residenti in Italia con almeno 18 anni di età, che effettuano una spesa minima di 1€ e che al momento dell’acquisto rappresentano un consumatore finale (per esempio non sono validi gli acquisti di merci da parte di commercianti). Agevolazioni sono previste per i soggetti che effettuano pagamenti tracciati quali carte di credito e bancomat, gli stessi infatti vedranno aumentate le proprie opportunità di vincita. Fino a fine Giugno 2020 non possono però partecipare alla lotteria gli scontrini dei soggetti già tenuti a inviare i dati al Sistema tessera sanitaria. Quindi Medici e farmacie non potranno trasmettere i dati necessari all’attuazione della lotteria degli scontrini fino al 30 giugno 2020.

 

Quali sono i parametri necessari alla trasmissione dello scontrino lotteria?

L’Agenzia delle Entrate precisa i seguenti parametri come necessari affinché la trasmissione dello scontrino lotteria vada buon fine, oltre ai dati identificativi del registratore telematico (RT) saranno necessari:

  1. a) denominazione del cedente/prestatore;

  2. b) identificativo/progressivo completo del documento trasmesso;

  3. c) identificativo del punto cassa (in caso di server RT);

  4. d) data e ora del documento;

  5. e) importo del corrispettivo, importo del corrispettivo pagato in contanti, importo del corrispettivo pagato con strumenti elettronici e importo del corrispettivo non pagato;

  6. f) codice lotteria del cliente.

 

 

Come avverrà la trasmissione degli scontrini lotteria?

Si precisa che nel caso di reso o annullo di scontrini già precedentemente inviati, anche questa operazione dovrà essere comunicata all’agenzia delle entrate. Dal 1° gennaio 2020 il nuovo registratore di cassa elettronico provvederà, durante l’arco della giornata e a chiusura della cassa giornaliera, all’elaborazione dei dati in memoria e alla generazione di un file xml tracciato composto di tutti i documenti commerciali corredati di codice lotteria. Lo stesso documento verrà trasmesso all’agenzia delle entrate tramite l’apposito servizio “lotteria/corrispettivi” in modalità “API-REST”. La composizione del file prevede delle regole necessarie alla corretta connessione al sito dell’agenzia tra le quali che il file xml generato dovrà contenere da 1 a 100 scontrini e non potrà eccedere in dimensioni di 60kb.

 

Come provvederà l’agenzia delle entrate a comunicare l’estrazione vincente?

Ancora non è chiaro come l’agenzia delle entrate provvederà a comunicare ai cittadini, baciati dalla dea bendata, eventuali vincite dei premi estratti. Si presuppone che verranno messi a disposizione delle reti di comunicazioni di facile accesso, come aree dedicate all’interno delle pagine internet o applicazioni accessibili anche attraverso telefoni cellulari…tuttavia rimaniamo in attesa di ulteriori delucidazioni e pertanto vi invitiamo a tenervi aggiornati tramite il nostro Blog nel quale saremo celeri nel riportare le ultime novità.

Condividi l'articolo sui social network